Sentiero Dello Scandolaro

Segnavia: Bianco e rosso n.6

Punto di partenza:Piazza di Lumignano

Tempo richiesto: ore 3

L’itinerario presenta in comune alcuni tratti col percorso precedente, permettendo però giungere in prossimità di numerose grotte e covoli che sovrastano il paese.

Dopo la partenza in comune col sentiero n.5, il percorso, giunto alla confluenza di due corsi d’acqua, sale sulla sinistra, fino ai resti della Fontana Fredda. Dopo un altro tratto in comune col sentiero precedente, si prende un bivio a sinistra per scendere sulla conca dello Scandolaro, dove si aprono cavità naturali e artificiali: la Grotta della Sporgenza, la Grotta Federica, La Doppia Cava, il Covolo della Spaccatura e il Covolo degli Orfani, utilizzata, come le altre, come rifugio durante l’ultima guerra.

Si risale il Monte Cucco, per raggiungere il complesso rurale di Ca’Menarini, ricavato nelle grotte del Covolo Colasso.. Da qui ci si cala alla Grotta Perini, la cava dalla quale si estraeva la pietra che veniva fatta scendere lungo il rugolo. Si scende lungo le Brutte Rive, fino a giungere in Contrà Borgo.